Presentazione

Il programma

Le infrastrutture

L'architettura

Nel mese di giugno 1998 la S.A.C. (SocietÓ Aeroporto di Catania) ha proceduto all'aggiudicazione dell'appalto per la progettazione e direzione lavori per l'ampliamento ammodernamento e riqualificazione dell'aerostazione passeggeri Catania Fontanarossa.
Aggiudicataria dell'appalto Ŕ la Riunione Temporanea di Imprese costituita dalle tre societÓ ADP-AÚroports de Paris, Studio TI e Systra SpA. 
I due orizzonti temporali da considerare sono, rispettivamente, il 2005 per la progettazione esecutiva, il 2010 per la progettazione preliminare dello sviluppo successivo.
Il Progetto definitivo di ampliamento e ristrutturazione dell'aerostazione passeggeri Catania Fontanarossa, rappresenta, dunque, la prima tappa di un processo unitario che dovrebbe portare in tempi brevi alla realizzazione della nuova opera.
L'idea di ampliare l'aerostazione attuale, realizzata alla fine degli anni '70 con il progetto dell'ing. Riccardo Morandi, ha radici remote. 
La struttura cosi com'Ŕ, infatti, se si tiene conto delle norme in vigore, Ŕ sufficiente per la gestione di un traffico che non superi gli 800.000-900.000 pax/anno. Se si considera che nel 1998 i passeggeri transitati a Catania Fontanarossa sono oltre 3 milioni, si evidenzia chiaramente la pesantezza della situazione attuale ed il grande disagio di operatori e passeggeri.
Il progetto definitivo, scaturito dalla revisione di un precedente progetto, ormai datato e non adeguato alle normative IATA vigenti in materia di progettazione aeroportuale, Ŕ stato elaborato, dunque, per rispondere all'esigenza, ormai irrinunciabile, di dotare Catania di una struttura aeroportuale moderna ed adeguata alle dimensioni del flusso dei passeggeri.
Nel 1990, sull'onda di un fortissimo aumento di traffico riscontrato tra il 1987 e il 1989 (circa +22%), fu affidato il progetto di ampliamento dell'aerostazione, con lo scopo di adeguare la struttura ad un traffico passeggeri che, a fronte di una previsione di aumento di circa il 20% nei successivi 4 anni, sarebbe arrivato a circa 2 milioni pax/anno nel 1993 per poi raggiungere i 3 milioni nel 2000 e i 4 milioni nel 2010.
In base a queste ipotesi, successivamente rivelatesi errate, scaturite dalla previsione di un trend di crescita del 7% annuo, fu elaborato un progetto con l'obiettivo di adeguare lo sviluppo delle infrastrutture aeroportuali lungo un periodo di 20 anni, tra il 1990 e il 2010. Al progetto non Ŕ seguita alcuna realizzazione, nonostante negli anni '90 il traffico passeggeri abbia subito, come giÓ detto, ulteriori forti incrementi, che hanno smentito le previsioni fatte.
Solo recentemente, grazie al coordinamento e alla collaborazione dei principali soggetti direttamente interessati (Ministero dei Trasporti, Comune di Catania, ENAV, SAC, etc.), che hanno consentito il rispetto dei tempi e delle modalitÓ concordate, il progetto ha cominciato concretamente a decollare. 
Ad una prima missione che il progettista ha effettuato presso le installazioni aeroportuali, tra il 15 ed il 19 Giugno 1998, per prendere conoscenza del sito ed acquisire le informazioni necessarie, hanno fatto seguito numerosi incontri e riunioni ufficiali. Per disporre della stesura finale del progetto sono state positivamente raccolte le osservazioni formulate, nel corso della sua illustrazione nelle diverse fasi di avanzamento, ed ora le modifiche sono in fase di elaborazione definitiva.