La Mascotte

Presentazione dell´azienda

Ritorna alla Home Page
Informazioni sull´azienda
E-mail
info@cormorano.net



















































Alle falde dell'Etna, il vulcano che con la sua mole conica e il suo nitido profilo la domina, ecco la grande e meravigliosa Catania, inferiore per estensione solo a Palermo. Antichissima colonia calcidese, divenne tanto importante da arricchirsi con templi, teatro, ginnasio, ippodromo, acquedotti, terme, zecca ed erario. Passò poi ai Romani, ai Goti, ai Bizantini, ai Saraceni, ai Normanni, agli Spagnoli, ai Borboni e nel 1860 si unì al Regno d'Italia. La sua storia e la sua esistenza sono state più volte funestate da epidemie di peste, da eruzioni dell'Etna, di cui particolarmente terribile fu quella del 169 che distrusse la parte occidentale della città e colmò parte del porto, e da terremoti, ma ogni volta risorse più bella. Oggi si presenta come una città moderna e attivissima la cui vita economica è incentrata prevalentemente sul porto, che ha al suo attivo un notevole traffico commerciale, e sull'industria che ha raggiunto livelli molto elevati. Il corredo artistico della città consta di alcune opere insigne quali il Duomo, di cui la parte absidale risale all'XI-XII secolo; il Castello Ursino, fatto erigere da Federico II nell'XIII secolo; la chiesa di S. Agata e della Collegiata ambedue settecentesche; i Palazzi; i Musei; alcuni antichi edifici come il Teatro, l'Anfiteatro e l'Odeon. Per completare la conoscenza di Catania si può percorrere la centralissima Via Etnea e soprattutto la bellissima Via Crociferi, fiancheggiata da bellissimi edifici settecenteschi. La città è anche un frequentatissimo centro balneare grazie alla bella spiaggia munita di numerosi impianti sportivi e turistici che allietano il soggiorno. Visitata Catania si può salire fino all'Etna, dove ci attende uno degli spettacoli più emozionanti e suggestivi.Le adiacenza delle città consentono brevi gite lungo la Riviera dei Ciclopi, da Ognina verso Aci Castello, Aci Trezza e verso L'Etna con i suoi incantevoli paesini. Catania è sede del Teatro Massimo Bellini, uno dei teatri lirici ritenuti perfetti per l'acustica. Collegata con il resto del mondo per via aerea grazie all'aeroporto, sempre aperto al traffico, offre l'ospitalità di una città industriosa che vive soprattutto rivolta verso l'esterno. Notevole il Giardino Bellini, antico parco nobiliare, anche se durante il dopoguerra è stato ritagliato di qualche sua parte per discutibili motivi di urbanizzazione. Una caratteristica catanese è l'elefante di pietra, simbolo della città. Si trova a Piazza Duomo dove lo sistemò Vaccarini nel 1736. In dialetto chiamato "Liotru", l'elefante, secondo l'opinione degli storici, deve essere considerato un talismano scolpito durante il periodo bizantino in pietra lavica allo scopo di scaramanzia proprio per le colate laviche dell'Etna. Sul dorso l'elefante porta un obelisco: era un elemento del circo catanese. Da visitare per esempio sono i due principali mercati cittadini: la "Fiera" di Piazza Carlo Alberto (un tempo chiamata "ò luni" perchè si teneva solo il lunedì) e la "Pescheria". La Fiera è un concerto di odori, sapori, colori, suoni. A vederla dall'Alto, con i grandi ombrelloni quadrati che proteggono dai raggi del sole le "bancarelle", risulta affascinante. La festa più ricca di attrattive, famosa fin dai tempi più antichi, è quella che ha luogo a Catania dal 3 al 5 febbraio di ogni anno, in onore di Sant'Agata, Patrona della città. E' una festa pittoresca, soprattutto per la processione dei ceri, le cosidette "candelore".


Agrigento | Caltanissetta | Enna | Messina | Palermo | Ragusa | Siracusa | Trapani