La via Valeria, da Porta Messina a Porta Catania (Km 0,800) - Corso Umberto I
Itinerario storico monumentale

É il tratto più significativo dell'antica via Valeria, strada consolare che congiungeva Messina a Catania. Dalla costa (Spisone) s'inerpicava lungo il costone presso il torrente S. Antonio fino a raggiungere il tempio di Giove Serapide e la Porta Nord della città (PORTA MESSINA), percorreva l'abitato in tutta la sua lunghezza (ora CORSO UMBERTO I) fino alla Porta Sud (PORTA CATANIA) e si calava lungo la vallata del torrente Sirina (l'antico Onobalas).
La via Valeria era fino al secolo scorso (quando venne realizzata la SS. n° 114), l'unica strada di collegamento del versante ionico. Attorno ad essa si è formato l'attuale nucleo storico della città con i suoi monumenti civili e religiosi:
PIAZZA VITTORIO EMANUELE
Antica area dell'Agorà e successivamente del foro romano.
PALAZZO CORVAJA
Nel 1410 sede del parlamento siciliano. Restaurato nel 1945 dall'Arch. Armando Dillon, che permise di riconoscere almeno tre fabbriche di epoca diversa tra le quali quella di un Torrione arabo che sorgeva sui resti del foro romano.
CHIESA S. CATERINA E ODEON ROMANO
Eretta nel XVII secolo, sulla scena dell'Odeon romano, i cui resti, risalenti all'età augustea, sono visibili dietro la chiesa.
TERME ROMANE
Resti di un grande edificio termale di età romana imperiale in elegante struttura laterizia.
FACCIATA DELLA CHIESA MADONNA DEL FILIERE
Eretta nel XV secolo, caratterizzata da un rosone ed un portale sovrastato da un arco arricchito da minute decorazioni lobate.
NAUMACHIE
Dal corso Umberto, a sinistra, imboccando la via Naumachia si giunge alle cosiddette Naumachie, che costituiscono una delle più importanti opere romane della Sicilia.
PIAZZA IX APRILE
É la Piazza Grande di Taormina, aperta verso il mare su cui prospettano:
CHIESA DI S. AGOSTINO
Fu costruita nel 1448 e nel 1530 le fu annesso un convento. Ora è sede della Biblioteca comunale.
CHIESA DI S. GIUSEPPE
Costruita nel XVII secolo con campanile a bulbo, ha un carattere prettamente scenografico. Trovandosi in posizione sopraelevata rispetto al corso Umberto, vi si accede mediante una doppia scalinata.
LA PORTA Dl MEZZO (TORRE DELL'OROLOGIO)
Si apre nel terzo muro di fortificazione sotto la torre che fu costruita tra l'XI e il XII secolo: da qui ha inizio il borgo medievale
CHIESA DEL VARÒ
E' ad una navata e ha una torre campanaria. Ha annessa, inoltre, una cripta medievale. Iniziata nel XV secolo, sorge nel borgo medievale.
PALAZZO CIAMPOLI
Tipico palazzo signorile del sec. XV. E’ dotato di un cortile, che è antistante ad esso, del quale resta un muro perimetrale ed un arco d'ingresso di preziosa fattura.
PALAZZO DEI GIURATI (Municipio)
Della costruzione originale risalente al 1700 rimane il prospetto principale sul corso Umberto, in prossimità della chiesa Madre.
DUOMO (S. Nicola)
La costruzione fu eretta sotto il regno di Federico III D'Aragona, nello stesso periodo in cui fu restaurato il Duomo di Messina.
CHIESA E CONVENTO Dl S. DOMENICO
Il complesso fu iniziato nel 1374 sui resti del Castello dei Rosso di Cerami. La Chiesa (distrutta dai bombardamenti del 1943) era di impianto cinquecentesco, così come il chiostro principale, mentre gli altri chiostri e la torre campanaria furono aggiunti nel XVIII sec
FONTANA (in Piazza Duomo)
Eretta nel 1635, valorizza lo spazio della Piazza con il dinamismo dei tre ordini concentrici di gradini.
BADIA VECCHIA
Torrione-Palazzo costruito nel XIV sec. in stile arabo-normanno e gotico.
PALAZZO DUCA DI S. STEFANO
Torrione-Palazzo del XIV sec., costruito accanto alla Porta del Tocco (Porta Catania).
Ex CHIESA Dl S. ANTONIO
Costruzione ad una navata con un piccolo campanile risalente al sec. XIV. Sede di un presepe permanente, dove si possono ammirare in miniatura molti monumenti di Taormina.