Nell'ambulacro che porta alla Sala del Trecento alcune sculture, dipinti su vetro, ma soprattutto piatti decorati con gusto dei colori. Si tratta di ceramiche in gran parte prodotte nel secolo scorso a Vietri (Salerno) ma destinate al mercato siciliano, dette appunto "Robba siciliana.
Molto originale la formella ricoperta di vernice al manganese, in cui raffigurato S. Giovanni. Un S. Vito coi cani sbalzato su rame a grande rilievo.