La Mascotte

Presentazione dell´azienda

Ritorna alla Home Page
Informazioni sull´azienda
E-mail
info@cormorano.net


















E' la città siciliana che incontra il visitatore proveniente dal continente. Situata tra il mare, si affaccia infatti sulla Stretto a cui dà il nome, e le primi pendici dei monti Peloritani; si presenta, per la varietà dei paesaggi e del colore, ricca di fascino e suggestione. La città ha avuto una storia tanto interessante quanto movimentata. Antica città sicula da nome Zancle (falce), in riferimento alla forma della lingua di terra che chiude il porto, divenuta poi colonia greca vide il suo nome mutarsi in Messana. Crebbe di importanza durante il periodo bizantino e normanno, fino a divenire nel medioevo notevole centro umanistico con il celebre basiliano di S. Salvatore dei Greci. Nel 1674 tentò di ribellarsi al dominio degli Spagnoli che si abbandonarono a ogni genere di rappresaglia decimando la popolazione. Nel sec. XVIII peste e terremoto spopolarono la città che non riuscì a rifiorire completamente nel secolo successivo a causa della tirannide borbonica e di una nuova epidemia di colera diffusasi nel 1854. La prova più dolorosa giunse con il terremoto del 28 dicembre 1908 che, unito a un maremoto, rase quasi completamente al suolo la città che fu poi ricostruita nella medesima zona in base a un piano regolatore attuato con rigorose norme antisismiche: le strade, geometricamente squadrate, hanno una larghezza variabile tra i 12 e i 30 metri; tutte le case, fuorché gli edifici pubblici, sono d'altezza inferiore a 12 metri. Così la Messina di oggi, ricostruita ulteriormente dopo i danni subiti in seguito alle incursioni aeree dell'ultima guerra, oltre ad occupare una superficie di gran lunga maggiore dell'antica, ha un aspetto moderno e funzionale ed è un grosso centro commerciale e turistico. Nacquero a Messina i filosofi Dicearco (sec. IV a.C.) e Aristocle (sec. II a.C.), i rimatori Guido e Oddo delle Colonne (sec. XIII), il pittore Antonello di Giovanni d'Antonio, più conosciuto come Antonello da Messina (sec. XV) e lo storico e politico Giuseppe La Farina (1815-1863).


Agrigento | Caltanissetta | Catania | Enna | Palermo | Ragusa | Siracusa | Trapani